Bonus pubblicità: ultimi aggiornamenti 2018

Bonus pubblicità: ultimi aggiornamenti 2018

Che cos’è il Bonus Pubblicità 2018? Quali sono gli ultimi aggiornamenti normativi? Il 31 luglio del 2018 il Dipartimento informazione ed editoria ha ratificato il provvedimento per ottenere il bonus pubblicità. Il 1 agosto 2018, l’Agenzia delle Entrate ha reso noto il modello da compilare e le istruzioni da seguire per la presentazione della domanda. Vediamo in questa guida che cos’è il Bonus Pubblicità 2018 e quali sono gli ultimissimi aggiornamenti normativi. 

Che cos’è il Bonus pubblicità 2018

Il Bonus pubblicità 2018 è un credito d’imposta che può essere ottenuto per gli investimenti pubblicitari incrementali e coinvolge tutti coloro che hanno effettuato degli investimenti su quotidiani, emittenti televisive, radiofoniche e periodici. Per beneficiarne è necessario presentare la domanda all’Agenzia delle Entrate, ricordandosi di rispettare le scadenze prefissate. Per quanto riguarda gli investimenti in pubblicità che sono stati sostenuti nel 2017, la comunicazione deve essere inviata dal 22 settembre al 22 ottobre 2018. In riferimento, invece, alle spese del 2018 la domanda dovrà essere effettuata dall’1 al 31 gennaio del 2019. Il Governo garantirà un credito d’imposta pari al 75% del valore complessivo dell’investimento effettuato dal singolo o dall’impresa. Una percentuale che aumenterà del 15%, toccando dunque quota 90%, qualora la somma venga versata da una micro-impresa o una start-up.

Come presentare la domanda per il Bonus pubblicità

Il modulo relativo al bonus pubblicità si può reperire sul sito internet www.informazioneeditoria.gov.it o sul sito www.agenziaentrate.gov.it.

Il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari potrà essere richiesto esclusivamente attraverso una comunicazione di tipo telematico all’Agenzia delle Entrate. Tale comunicazione potrà essere inviata accedendo all’area riservata del sito internet con le proprie credenziali.

Nel modulo dovrà essere presente:

  • la comunicazione per l’accesso al credito di imposta, con inserite tutte le informazioni riguardanti le spese fatte o da fare nell’anno agevolato
  • la dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati che serve per dichiarare gli investimenti per l’accesso al credito di imposta che sono stati effettivamente effettuati nell’anno di riferimento.

Il form riguarda sia gli investimenti pubblicitari incrementali sostenuti nel 2017 o quelli che si prevede di sostenere nel 2018. Dovranno essere indicati separatamente gli investimenti effettuati per la pubblicità su stampa, su televisioni, su radio e poi sarà necessario indicare il totale investito.

Come si compila il modulo per ottenere il Bonus pubblicità?

Nel modulo per beneficiare del Bonus pubblicità dovranno essere presenti una serie di informazioni relative ai dati del soggetto identificato attraverso codice fiscale, alla dimensione e alla tipologia dell’impresa (che può essere anche una persona fisica), al firmatario della comunicazione, agli investimenti che vengono effettuati, al credito che viene conseguentemente richiesto. La domanda può essere presentata direttamente dal soggetto interessato se abilitato ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate o, in alternativa può esser presentata da una società del gruppo, se la persona appartiene ad un gruppo societario, o, infine, da intermediari abilitati, come professionisti, Caf, associazioni di categoria.