Prestiti con delega di pagamento: come funzionano e chi può richiederli

Prestiti con delega di pagamento: come funzionano e chi può richiederli

Cosa sono i Prestiti con delega di pagamento? Come funzionano e chi può richiederli? Quando si parla di “delega di pagamento” si intende un prodotto creditizio, un prestito di carattere personale che può essere richiesto da dipendenti pubblici e privati. La delega è compatibile con la presenza di una cessione del quinto sullo stipendio/pensione: ecco perché viene denominato anche doppia cessione del quinto

Prestiti con delega di pagamento: normativa di riferimento

A livello normativo, la delega di pagamento non differisce dai prestiti con cessione del quinto dello stipendio: il provvedimento a cui fare riferimento è il DPR. n. 180/1950. In questa tipologia di prestiti, il dipendente assunto con contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato che richiede il prestito autorizza il datore di lavoro a trattenere, dallo stipendio mensile, la rata da pagare al creditore in questione.

La delega di pagamento può essere richiesta anche da tutti coloro che si trovano ad avere altri prestiti in corso: dalla busta paga mensile viene trattenuto un ulteriore quinto dello stipendio netto. La soglia di due quinti può essere talvolta estremamente elevata, a patto che le trattenute dovute a qualsivoglia titolo non vadano a superare una soglia pari alla metà esatta della retribuzione mensile.

La giurisdizione italiana, in questo caso, impone precisi e restrittivi limiti per il prestito con delega di pagamento, andando a fissare un limite alle trattenute e impone la sottoscrizione di una polizza assicurativa sul prestito che vada a tutelare sia creditore che debitore in caso di morte prematura o in altri casi che possano andare ad ostacolare o addirittura impedire la restituzione del prestito. Un ulteriore limite stabilito dalla legge è quello relativo al fatto che l’accesso a tale tipologia di finanziamento sia riservato solo alla categoria dei lavoratori dipendenti (settore pubblico e/o privato).

In base alla durata del prestito e dell’entità della paga mensile si possono ottenere importi anche superiori ai 50.000 euro.
Un lavoratore dipendente che necessita di finanziamento e ha già in corso la cessione del quinto può ricevere il denaro richiesto andando a presentare una richiesta di prestito con delega.

Tale istanza deve essere presentata all’istituto bancario designato ed accettato dal datore di lavoro il quale trattiene automaticamente dalla busta paga la rata da rimborsare al soggetto creditore. Una volta concesso il prestito, il denaro è immediatamente disponibile ed utilizzabile dal richiedente.

Prestiti con delega di pagamento: quali sono i vantaggi?

Ecco i vantaggi dei prestiti con delega di pagamento:

  • non sono previsti particolari oneri postali o bancari per il richiedente: la rata viene trattenuta direttamente sullo stipendio
  • la rata costante e il tasso fisso per l’intera durata del finanziamento fanno sì che non occorra calcolare la rata del prestito,
  • non sono necessarie cauzioni, fideiussioni o ipoteche, in quanto la garanzia principale per ottenerli è data dallo stesso stipendio.