Quanto vale una sterlina?

Quanto vale una sterlina?

La sterlina inglese, conosciuta anche con il nome di pound e identificata con il simbolo £, è tra le valute più antiche ancora in uso. Ma quanto vale? Scopriamolo in questa guida dedicata. 

Sterlina: quanto vale?

Attualmente 1 sterlina equivale a 1 euro e 12 centesimi, mentre 1 euro equivale a circa 0,89 centesimi di sterlina, più comunemente chiamati penny.
Nonostante la Brexit, al cui seguito era stato evidenziato un crollo della moneta inglese, la sterlina è comunque rimasta tra le valute più scambiate al mondo, di fatto viene considerata una valuta di riserva ovvero una moneta “forte” praticamente accettata ovunque. Questa caratteristica la rende preferita nella formazione di riserve ufficiali di governi e istituzioni.

Il tasso di cambio tra due valute è un valore che può variare di giorno in giorno, rimanere aggiornati sull’andamento della sterlina e su quanto essa valga risulta utile nel momento in cui si decide di investire, questo per valutare sia le opportunità che i rischi in cui si può incorrere.
Attraverso grafici finanziari è possibile visionare l’andamento della sterlina nel tempo, le variazioni del suo valore sono influenzate dalla domanda e dall’offerta del momento.

Oltre al mondo del Forex, ovvero il mercato di scambio di valuta estera legato alle attività di investimento, è interessante rimanere aggiornati sul valore della sterlina in previsione di un viaggio o di un trasferimento.

Chi ha intenzione di recarsi nel Regno Unito, per lavoro o per svago, e desidera cambiare la propria valuta in sterlina può recarsi presso le banche, alle Poste italiane, usufruire degli sportelli di prelievo su ATM inglesi o presso i negozi di cambio sia inglesi che italiani.

Di norma, è possibile anche il pagamento diretto tramite carta di credito, circuiti come Visa e Mastercard vengono solitamente accettati ovunque, anche chi è in possesso di una Postepay non dovrebbe incorrere in particolari problemi.
In tutti questi casi però sarà utile confrontarsi prima sui valori della sterlina e gli eventuali costi di commissione i quali potrebbero risultare tutt’altro che favorevoli.

La soluzione migliore sembrerebbe quella di cambiare il denaro sul posto, dove pare i costi di commissione siano inferiori, attraverso i “currency exchange” facilmente rintracciabili anche all’interno dei negozi di souvenir.
La loro presenza capillare, a volte uno dietro l’altro, permette all’interessato di confrontare i tassi di cambio in poco tempo e quindi scegliere il più conveniente in base alle proprie esigenze.
Le possibilità sono quindi differenti, solo attraverso un attento studio sarà possibile valutarne il più vantaggioso.