Cessione del quinto dello stipendio/pensione: come funziona?

Cessione del quinto dello stipendio/pensione: come funziona?

Che cos’è la cessione del quinto dello stipendio/pensione? Come funziona? Sono tanti i quesiti ed i dubbi riguardanti la normativa della cessione del quinto. Scopriamo in questa guida tutte le FAQ.

Che cos’è la Cessione del quinto dello stipendio/pensione?

La cessione del quinto dello stipendio/pensione è un prodotto creditizio o meglio un prestito non finalizzato a tasso fisso pensato per i lavoratori pubblici e privati assunti con contratto a tempo indeterminato e per i pensionati.

La cessione del quinto è un prestito garantito?

Sì, la cessione del quinto dello stipendio/pensione è un prestito garantito e prevede l’obbligo di stipulare un’assicurazione sui rischi di vita ed impiego. Ciò consente di tutelare il creditore nel caso in cui il sottoscrittore non adempia all’obbligazione assunta.

Chi può sottoscrivere la cessione del quinto?

Possono sottoscrivere la cessione del quinto dello stipendio/pensione i seguenti soggetti:

  • dipendenti privati a tempo indeterminato/determinato,
  • dipendenti pubblici (statali e/o Enti locali)

In buona sostanza, possono sottoscrivere questo prodotto finanziario tutti coloro che percepiscono uno stipendio mensile. Non possono sottoscriverlo i lavoratori autonomi.

Qual è la durata massima della cessione del quinto?

La durata massima consentita è di 120 mesi e la minima abitualmente non è inferiore ai 2 anni. Essa dipende dall’ammontare della retribuzione percepita mensilmente, nel caso di dipendenti e dall’età del richiedente, nel caso di cessione del quinto per pensionati.

Come funziona la cessione del quinto?

L’importo massimo della rata di rimborso del prestito non può eccedere il valore di 1/5 (cioè il 20%) dello stipendio mensile netto. In questo modo, la cessione del quinto è una valida alternativa al prestito per protestati e la sua concedibilità non dipende dal passato creditizio del sottoscrittore.

Cessione del quinto: quali sono i vantaggi?

La cessione del quinto presenta interessanti vantaggi da tenere in debita considerazione:

  • ha una maggiore probabilità di approvazione da parte della banca,
  • il pagamento della rata viene trattenuto direttamente dallo stipendio o dalla pensione, minimizzando così il rischio di insolvenza del debitore,
  • il contratto può essere sottoscritto anche dai cattivi pagatori e soggetti protestati.

Il datore di lavoro viene informato della cessione del quinto?

Sì, il datore di lavoro è a conoscenza della sottoscrizione della cessione del quinto da parte del lavoratore. Ogni banca contatta il datore di lavoro per notificare la firma del contratto e l’addebito diretto della rata del prestito dallo stipendio.

Che cos’è la cessione del doppio quinto?

Conosciuta anche come prestito con delega, la cessione del doppio quinto permette, a chi è già titolare di una cessione del quinto, di aumentare l’importo del prestito di un altro quinto.