Tassa Superenalotto e Gratta e Vinci: ecco le novità con la Manovra 2020

Tassa Superenalotto e Gratta e Vinci: ecco le novità con la Manovra 2020

Al centro del Decreto fiscale 2020 sta la lotta all’evasione fiscale: verrà progressivamente limitato l’uso del contante e verranno applicate delle sanzioni per tutti coloro che rifiuteranno il pagamento con il POS e le carte di credito.

È previsto un aumento della tassa sul Superenalotto e sui Gratta e Vinci.

Inizialmente al contribuente era imposta una tassazione al 12% per gli importi superiori ai 500 euro.

Con il nuovo decreto fiscale, che verrà inserito nella Legge di Bilancio 2020, si punterà ad aumentare le aliquote fino al 23% sulle vincite di importo superiore ai 100.000 euro.

Tassa SuperEnalotto e Gratta e Vinci: ecco le novità in arrivo

La “tassa sulla fortuna” non è uguale per tutte le tipologie di gioco, e le aliquote variano a seconda della vincita del contribuente.

L’importo netto, effettivo, non va indicato nel momento della dichiarazione del reddito, essendo le tasse già state detratte.

Lo Stato applicherà tali innovazioni quanto prima e riscuoterà le nuove aliquote attraverso un sistema a scaglioni, in base al quale più è alta la somma della vincita, più è alta la tassazione.

Il Governo Conte “Bis” è intenzionato ad applicare un’aliquota pari al 12% sulle vincite di importo fino a 500 euro, soglia che precedentemente implicava l’esenzione dalla tassazione.

Il Governo intende, così, incrementare le entrate erariali e combattere l’abuso del gioco d’azzardo.

Verrà istituita, inoltre, la figura dell'”agente sotto copertura”, che avrà il compito sia di tenere sotto controllo il gioco minorile, sia quello di identificare laddove ci sia un esercizio abusivo del gioco.

Tassa SuperEnalotto e Gratta e vinci: aliquote fino al 25%

La nuova tassa a scaglioni prevederà fino a 5 aliquote progressive suddivise in base all’importo della vincita, dal 15% al 25%; ed entrerà in vigore a partire dal primo maggio 2020.

Esse sono così ripartite:

  • 15% per vincite comprese tra 500E. e 1000E.
  • 18% per vincite comprese tra 1000E. e 10.000E.
  • 21% per vincite comprese tra 10.000E. e 50.000E.
  • 23% per vincite comprese tra 50.000E. e 10.000.000E.
  • 25% per importi superiori a 10.000.000E.

È bene specificare che la tassa sulla fortuna non interesserà tutti i tipi di gioco.

Ne sono infatti esclusi La Lotteria Italiana, il Bingo ed i giochi a quota fissa come il Lotto e il Milion Day.