Mutuo per le Aste Giudiziarie: come funziona?

Mutuo per le Aste Giudiziarie: come funziona?

Acquistare un immobile è da molto tempo il problema principale di molte famiglie italiane, che ricorrono in molti casi alla sua alternativa, ovvero all’affitto.

Le aste giudiziarie possono essere un metodo alternativo per acquistare gli immobili a prezzi ragionevoli.

Scopriamo in questa guida come funziona il mutuo per le aste giudiziarie.

Come funziona l’asta giudiziaria?

Il metodo è pressoché identico a quello di un’asta, dove in questo caso l’immobile potrà essere acquistato ad un prezzo inferiore di mercato.

Il giudice attua ordine di liberazione dell’immobile che viene messo in vendita all’asta. Nel caso lo si volesse acquistare, è possibile stipulare un mutuo asta giudizia.

Cos’è il mutuo per le aste giudiziarie?

È un finanziamento offerto da istituti di credito. Sarà la banca ad approvare il mutuo e da quel momento vengono a conoscenza delle disponibilità economico della persona.

Cosa serve per richiedere il mutuo aste giudiziarie?

La documentazione richiesta è la garanzia di chi lo richiede e consente all’istituto di credito di valutare il merito creditizio del potenziale istante del mutuo.

Inoltre, serve anche la documentazione del bando dell’asta a cui si vuole partecipare e anche quello dell’immobile che si vuole acquistare.

Il mutuo può coprire l’intero valore dell’immobile e non solo una parte.

Al giorno d’oggi questa pratica ha subito un trend in ribasso del 25,2%, secondo lo studio del Centro Studi Sogeea: le garanzie di chi richiede il mutuo non vengono rispettate e il suo valore è nella maggior parte dei casi minore di 100.000 euro.

La soluzione che adottano le banche non è più l’asta ma un’opzione di saldo e stralcio: così il debitore può adempiere al suo debito.

Come funziona il mutuo per le aste giudiziarie?

Il valore dell’immobile può diminuire anche del 20% se venduto all’asta mentre la somma finanziata può arrivare al 100% e l’80% del valore di perizia.

Sarà il perito a determinare il valore dell’immobile dopo un’osservazione dell’immobile e tutte le sue consultazioni verranno inserite in un documento che tutti potranno vedere.

Mutuo asta giudiziaria: Chi decide il prezzo base?

È il giudice a stabilirlo insieme alla data del deposito della cauzione, del versamento e del saldo il periodo della presentazione dell’offerta. Tutti i dati saranno pubblici nell’albo del tribunale.

Mutuo asta giudiziaria: Vantaggi e svantaggi

Ecco quali sono i vantaggi:

  • Prezzi bassi fino al 20% in meno
  • Trasparenza, quindi nessun rischio
  • Le spese notarili non ci sono
  • Le perizie sono tutte incluse
  • Gli agenti immobiliari non avranno nessuna perizia in quanto l’acquisto avviene per causa legale.

Svantaggi:

  • Il procedimento essendo legale, il proprietario dovrà aspettare 90 giorni prima di poter entrare in possesso dell’immobile, il tempo che si ottiene il decreto di trasferimento. Questo viene scritto nell’art. 560 c.c.

I vantaggi sono molti, ma bisogna tener conto degli svantaggi, se si ritengono sormontabili l’idea dell’asta giudiziaria può essere una buona opportunità.