Riforma fiscale in arrivo e assegno unico dal 2021

Riforma fiscale in arrivo e assegno unico dal 2021

Per il triennio 2021-23 il Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, ha annunciato che la riforma fiscale

“sarà introdotta con una legge delega”.

Lo stesso Gualtieri ha spiegato che la riforma fiscale si legherà alla riforma riguardante l’assegno unico universale per i figli, che dovrebbe essere adottata già a partire dal prossimo anno.

Riforma fiscale 2021, Gualtieri: “giù le tasse”

Per l’anno 2021 non ci sarà alcun incremento delle tasse, ma una riduzione.

Ci sarà a regime per 12 mesi la riduzione sostanziale dell’Irpef attraverso l’estensione annuale della riduzione del cuneo fiscale.

Il Ministro dell’Economia

“punta a una riduzione fiscale che noi intendiamo realizzare nel triennio perché sarà composta di vari moduli, ma il modulo principale, cioè quello della riforma dell’Irpef, vogliamo che sia operativo dal 1 gennaio 2022”.

Il Governo è pronto a mettere in campo con la manovra di bilancio 2021

“un’espansione fiscale di 1,3 punti percentuali di Pil, circa 24 miliardi di euro, che porterà l’obiettivo di deficit al 7%”.

Tale espansione fiscale si ridurrà nell’anno 2022 e consentirà una riduzione del deficit.

Per tale motivo, l’Esecutivo ha presentato una richiesta di scostamento, che sarà votata in Parlamento.

Proroga della moratoria dei prestiti per le Pmi

L’Esecutivo sta anche valutando attentamente

“l’ulteriore proroga della moratoria dei crediti per le PMI che attualmente scade il 31 gennaio”.

La Nadef si basa su stime “prudenti” che non tengono conto dell’impatto di una riduzione del costo medio del debito né dell’impatto delle riforme.

Se efficaci le riforme strutturali possono innalzare il PIL nel 2026 di oltre due punti percentuali” ma,

“per prudenza” non sono state incluse nelle stime,

ha sottolineato lo stesso titolare del Dicastero dell’Economia.

Gualtieri, Assegno unico per i figli a partire dal 2021

A partire dall’anno 2021 il Ministro dell’Economia ha annunciato che verrà adottato l’assegno unico per i figli.

L’assegno unico per i figli verrà riconosciuto ai genitori sia dipendenti privati che pubblici che liberi professionisti.