Come fare trading sul mercato azionario: tutto quello che devi sapere

Come fare trading sul mercato azionario: tutto quello che devi sapere

Con i tassi d’interesse ai minimi storici trovare investimenti interessanti è diventato sempre più difficile, con il risultato che i depositi degli italiani sui conti corrente hanno raggiunto la cifra record di 1.680 miliardi di euro, un valore simile a quello del PIL atteso per il 2020.

Tuttavia in questo modo i rendimenti sono pari a zero, senza contare l’erosione dovuta all’inflazione e i costi applicati dalla banche, commissioni che in Germania oltre 200 istituti di credito hanno iniziato ad aumentare in maniera considerevole. L’esempio potrebbe essere presto seguito anche dalle banche italiane, a causa dei tassi negativi della BCE.

Le spese di giacenza in crescita, oltre ai rendimenti bassi sui titoli di Stato e i conti deposito, stanno spingendo sempre più persone a investire nel mercato azionario. Si tratta dell’unica soluzione per cercare di sfruttare i propri risparmi, allo stesso tempo è indispensabile approcciarsi al trading in modo consapevole e affidarsi a professionisti qualificati per sviluppare le competenze richieste dal mondo finanziario.

I segreti del trading azionario: formazione e pianificazione

Fare trading online sulle azioni in Borsa richiede innanzitutto una guida adeguata, perciò è necessario trovare degli specialisti in grado di fornire tutto il sostegno essenziale per imparare a investire sul mercato azionario. Nonostante l’ampia accessibilità garantita dalla nuove tecnologie, infatti, per investire in modo autonomo è fondamentale un approccio serio e lo studio dei rudimenti del trading finanziario.

Secondo gli analisti esperti di segnaliditrading.net, portale dedicato alla formazione online per chi diventare un trader professionista, oppure soltanto migliorare le proprie conoscenze nel mondo degli investimenti finanziari, il segreto del successo in questo ambiente sono proprio le competenze. Il sito web è oggi un punto di riferimento per gli appassionati di trading online, segnale della maggiore consapevolezza sulla necessità di investire prima di tutto in se stessi.

In particolare, per fare trading in Borsa è indispensabile apprendere l’analisi tecnica e fondamentale, imparando a studiare i grafici e interpretare le notizie economiche, per valutare correttamente le società quotate e individuare le opportunità disponibili sul mercato. Inoltre bisogna capire come costruire strategie di trading personalizzate, in base alla propensione al rischio e ai propri obiettivi.

Allo stesso tempo è necessario usare le nuove tecnologie per semplificare l’attività di analisi e monitoraggio dei mercati, utilizzando trading system e software specifici per ottimizzare le performance negli investimenti. È evidente l’importanza di seguire un cammino di crescita professionale, con l’affiancamento di analisti qualificati in grado di condurre passo a passo nel campo del trading online indipendente.

L’importanza della pratica prima di investire in Borsa

Non è raro vedere persone che aprono un conto di trading e iniziano a investire senza un’adeguata preparazione, oppure con pochissime nozioni in merito al trading finanziario. Ovviamente si tratta di una scelta estremamente rischiosa, in quanto il più delle volte porta l’investitore a perdere rapidamente tutto il suo capitale, spesso senza che capisca dove ha sbagliato.

Al contrario, prima di investire in Borsa da soli è fondamentale fare pratica con un conto demo, per capire quali sono i meccanismi dei mercati finanziari, apprendere come funzionano gli strumenti di analisi e imparare a creare strategie efficaci. Secondo molti esperti si dovrebbe cominciare a fare trading online solo dopo aver guadagnato con un conto demo, sebbene questo piccolo successo non garantisca risultati analoghi anche nel trading reale con soldi veri.

Tuttavia diventare bravi in un sistema simulato permette di maturare una serie di competenze, dopodiché sarà necessario capire come gestire i fattori psicologi, per evitare che l’emotività faccia prendere le decisioni sbagliate quando si investono soldi reali. Ad ogni modo, il conto demo e la formazione professionale sono un connubio essenziale per investire in maniera autonoma e cosciente, perciò non bisogna mai bruciare le tappe e avere un minimo pazienza.

Gli errori che un trader principiante non deve commettere

La maggior parte dei trader alle prime armi commette alcuni errori fatali, sbagli che spesso demoralizzano e portano ad abbandonare rapidamente il mondo degli investimenti finanziari. Per non farsi scoraggiare subito è importante cercare di evitarli, prestando attenzione ai consigli dei migliori analisti internazionali in questo campo.

L’errore più comune consiste nell’investire in settori che non si conoscono, ad esempio basandosi su rumors o notizie poco attendibili, seguendo le tendenze del momento senza svolgere analisi approfondite personalmente. Un altro sbaglio frequente è usare un budget troppo alto per i singoli trade, investendo oltre il 10% del capitale in un’unica operazione mettendo a rischio la solidità finanziaria nel lungo termine in caso di perdita.

Altrettanto vale per la mancata impostazione degli stop loss, una funzione che invece è essenziale per una corretta gestione del rischio, poiché permette di calcolare e limitare eventuali perdite uscendo dalla posizione al momento giusto, sia in caso di rendimento negativo sia in presenza di un profitto. Naturalmente questi sono soltanto alcuni degli errori tipici di un principiante, i quali però possono essere evitati con lo studio, il supporto di una guida esperta e la pratica necessaria per diventare un trader indipendente.