Azioni borsa

L’investimento in borsa è una particolare tipologia di investimento, che consente di generare grandi profitti prevedendo la crescita di aziende e di asset quotati in borsa. L’investimento in borsa è basato sulla compravendita delle azioni, le quali, per generare profitto, dovranno essere rivendute ad un prezzo maggiore di quello di riferimento al momento dell’acquisto delle stesse.

Come investire in azioni

L’investimento in borsa prevede l’acquisto di una quota delle azioni totali di una società. Non tutte le aziende sono quotate in borsa, quindi l’investimento sarà limitato alle società per azioni. Acquistando una quota delle azioni totali, l’investitore diventerà di fatto un socio dell’azienda, condividendo con tutti gli altri azionisti gli eventuali utili della società. Ogni socio riceverà la quota degli utili proporzionale al numero totale di azioni che possiede.

Investire in azioni, analogamente a qualsiasi altra tipologia di investimento, comporta correre dei rischi: così come il socio azionario dividerà gli utili dell’azienda, esso dovrà condividere con gli altri soci anche eventuali perdite, che saranno registrate come un calo del valore della singola azione.

Il valore della singola azione varia in base a numerosi fattori, di cui uno dei principali è la previsione degli analisti di mercato. Gli analisti eseguono degli studi sulle società quotate in borsa e ne prevedono l’andamento economico: sulla base di queste analisi, il valore delle azioni può aumentare o diminuire. Le analisi di mercato non sono l’unico fattore ad influire, ma potenzialmente qualunque notizia relativa ad una società (o ad aziende o mercati correlati alla stessa società) potrebbero avere un peso economico, per questo bisogna essere ben informati sulle aziende delle quali si sceglie di diventare azionari.

Investire in borsa con le azioni di Poste Italiane

Il gruppo Poste Italiane ha fatto il suo ingresso ufficiale in borsa nel corso del 2015, preparando per l’inizio delle quotazioni un piano di investimento pensato sia per gli investitori privati che per gli investitori istituzionali.

Dopo una iniziale crescita successiva all’ingresso in borsa, anche il gruppo Poste Italiane ha risentito del periodo difficile del mercato, registrando un calo del valore delle singole azioni. Il titolo ha però reagito bene, indirizzandosi subito verso una fase di rialzo e rendendosi nuovamente interessante agli occhi degli investitori.

Nel corso dell’ultimo anno, il gruppo Poste Italiane ha raggiunto obiettivi importanti, incrementando il fatturato dell’8% (per un totale di 30,7 miliardi di euro) ed aumentando il netto utile a 552 milioni, superando nettamente i 212 milioni di euro dell’anno precedente.

L’aumento dell’utile netto è stato determinato da differenti fattori della nuova strategia finanziaria adottata, tra cui il ricalcolo del carico fiscale (a seguito dell’ingresso della nuova normativa relativa all’IRAP) e la nuova modalità di gestione del netto.

I servizi tradizionali di Poste Italiane, ovvero le spedizioni nazionali ed internazionali, hanno registrato un calo, mentre il gruppo Poste Italiane continua a guadagnare terreno nel settore dei servizi assicurativi. Nello specifico, il servizio Poste Vita ha incrementato il suo fatturato a 18,1 miliardi, superando i 15,4 miliardi di euro dell’anno precedente.

Il progetto finanziario del gruppo Poste Italiane mira a rafforzare la posizione nel settore degli strumenti assicurativi e di investimento. Sono in studio nuove opzioni per gli investitori, opzioni che dovrebbero essere lanciate ufficialmente a breve.

Il gruppo Poste Italiane sta anche lavorando per incrementare il numero delle operazione finanziare eseguite dai clienti, ponendo particolare attenzione nell’implementazione delle piattaforme di investimento mobile, le quali nei prossimi anni occuperanno di sicuro un posto di rilievo.

Il progetto finanziario intrapreso ed il raggiungimento o meno degli obiettivi prefissati influiranno sul valore delle azioni Poste Italiane.

È importante sottolineare che il valore delle azioni Poste Italiane è influenzato, in modo considerevole, dai BTP e dallo spread.

Investire in borsa con le azioni di Unicredit

Un buon investimento in borsa consiste nell’investire con le azioni Unicredit. Unicredit è uno dei più importanti istituti di credito Italiani, con sede sociale a Roma e con direzione generale localizzata a Milano. Oltre ad essere un punto di riferimento per l’economia Italiana, il gruppo Unicredit vanta anche importanti sedi all’estero, le quali accrescono il potere finanziario dell’istituto di credito.

Attualmente Unicredit è quotato nella Borsa Italiana, nell’indice FTSE MIB, che è il principale indice della borsa nazionale. Per guadagnare con le azioni Unicredit sarà possibile quindi sia acquistare azioni dell’istituto di credito, sia scegliere di investire sull’indice FTSE.

Unicredit vanta oggi oltre 20 miliardi di euro di capitale sociale, con investitori da tutto il mondo. Gli investitori più influenti sono Aabar Luxembourg e BlackRock, che possiedono ciascuno il 5% circa delle azioni complessive, e la Fondazione Cassa di Risparmio di Belluno, Vicenza, Ancona e Verona, che detiene circa il 3,5% delle azioni totali.

Prima di investire con le azioni Unicredit è utile studiare il modello di business seguito dall’istituto di credito. Il progetto finanziario è basato sul mantenimento del core dell’azienda, ovvero sul settore bancario, al quale si affiancano divisioni specializzate in settori diversi. Alcune divisioni sono ormai attive da anni e sono diventate parte integrante del progetto stabile del gruppo Unicredit, altre sono divisioni sperimentali, le quali operano in settori innovativi e con strumenti finanziari nuovi, puntando sull’innovazione e sulla scoperta di settori economici inesplorati.

La filosofia con cui opera Unicredit consiste nel mettere al primo posto il cliente. Tutti gli strumenti finanziari offerti da Unicredit sono progettati per aiutare il cliente a guadagnare e a gestire i risparmi personali. Grazie alla solidità del core e all’innovazione delle divisioni sperimentali, le azioni Unicredit sono un ottimo titolo su cui investire il proprio denaro.

Per guadagnare con le azioni Unicredit, oltre all’acquisto delle azioni dell’istituto di credito, si può anche optare per un investimento con il trading online, scegliendo di fare trading con le azioni Unicredit. Come tutti gli investimenti, anche le azioni Unicredit non sono esenti da rischi ed è quindi necessario scegliere correttamente il momento in cui entrare nel mercato.

Investire in borsa con le azioni di Mediaset

Mediaset, fondata da Silvio Berlusconi, è entrata per la prima volta nella Borsa di Milano nel 1996. E’ attualmente il maggior gruppo televisivo del territorio nazionale ed uno dei più grandi gruppi televisivi a livello internazionale. Nel 2010 Thomson Reuters Extel ha stilato la classifica dei principali gruppi media, inserendo Mediaset al primo posto nella classifica Italiana ed al quinto posto nella classifica Europea.

Il gruppo Mediaset costituisce una interessante opportunità per chi desidera guadagnare con le azioni. Prima di acquistare le azioni Mediaset è utile studiare il modello di business intrapreso dal gruppo. Inizialmente Mediaset gestiva tre canali (Rete 4, Canale 5 ed Italia 1) e si affidava esclusivamente alla pubblicità per ricevere i finanziamenti necessari, pubblicità controllata con la divisione Publitalia80.

Nel corso degli anni il gruppo Mediaset è cresciuto notevolmente, ampliando il pacchetto dei servizi offerti e creando nuove opportunità di introito, tra cui la pay tv (Mediaset Premium), le produzioni cinematografiche, le serie televisive ed i canali di televendita (Mediashopping).

Nonostante le tante opportunità di guadagno, Publitalia80 resta tuttora la principale fonte di entrate per il gruppo Mediaset e l’andamento di Publitalia80 è fra i fattori più influenti sul valore delle azioni Mediaset. La divisione pubblicitaria del gruppo televisivo registra attualmente più di tre miliardi di euro fatturati ogni anno e controlla il settore pubblicitario anche attraverso due filiali minori: Digitalia08 (fondata nel 2008), per la gestione delle pubblicità sui canali del digitale terrestre, e Publieurope (fondata nel 1996), per la gestione delle pubblicità vendute su palinsesti stranieri.

A partire dal 2007 Mediaset è entrata nel mondo dell’HD, offrendo canali in alta definizione attraverso il digitale terrestre ed ampliando il palinsesto per tutti i suoi clienti.

Investire con le azioni Mediaset è una buona scelta, perché il gruppo Mediaset ha dimostrato negli anni di avere dalla sua parte una grande versatilità e di saper soddisfare le esigenze del mercato e dei clienti. Nonostante lo sviluppo di Internet stia portando i contenuti online ad assumere un ruolo sempre più centrale, i programmi televisivi continuano ad avere un ruolo di rilievo nella vita delle persone. Il gruppo Mediaset, inoltre, sta lavorando all’ampliamento dei contenuti online offerti sul sito ufficiale, dal quale è possibile vedere in streaming sia i programmi già trasmessi in onda, sia dei contenuti extra in esclusiva.

Investire in borsa con le azioni di Intesa Sanpaolo

L’istituto di credito Intesa San Paolo ha iniziato ad operare nel 2007, nato dalla fusione di Banca Intesa e San Paolo IMI. Attualmente Intesa San Paolo è il principale istituto bancario Italiano, il primo in Italia per capitalizzazione (fra i primi venti nella classifica Europea) ed uno dei più influenti del settore, sia a livello nazionale che internazionale, con un attivo di oltre 677 miliardi di euro.

Intesa San Paolo è quotata nella borsa di Milano ed investire in azioni Intesa San Paolo è una scelta ottima per chi desidera diversificare il proprio portafoglio, puntando su una società in costante crescita.

Il successo e la crescita dell’istituto di credito Intesa San Paolo sono dovute principalmente alla scelta dell’azienda di diversificare la gamma di prodotti offerti, allontanandosi dai semplici servizi bancari, i quali restano comunque il core del business della società.

Intesa San Paolo vanta oggi una vasta gamma di prodotti finanziari, che spaziano dal Private Banking a polizze di vario genere, offerte da Intesa San Paolo Vita. La diversificazione dei prodotti ha consentito alla società di far aumentare il valore delle azioni Intesa San Paolo, offrendo ai clienti sicurezza di investimento.

Nonostante i prospetti economici siano favorevoli, è bene sottolineare che, come tutti gli investimenti, l’acquisto di azioni Intesa San Paolo non è esente da rischi e che bisogna valutare con attenzione la situazione economica prima di procedere all’acquisto delle quote azionarie.

Investire in borsa con le azioni di Saipem

La Saipem, ovvero la Società Azionaria Italiana Perforazioni E Montaggi, è una s.p.a. inserita all’interno del più vasto gruppo Eni. La Saipem opera nel settore petrolifero e nello specifico si occupa della ricerca dei giacimenti e della successiva costruzione di pozzi petroliferi per lo sfruttamento dei giacimenti stessi.

Attualmente la Saipem è attiva a livello mondiale ed è considerata fra le principali società del settore petrolifero. I principali azionisti della società sono il gruppo Eni, con il 30,42% delle azioni, il Fondo Strategico Italiano s.p.a., con 12,5% delle quote, e Dodge & Cox, con il 12,17% delle azioni complessive.

Nonostante il difficile periodo per il petrolio ed il timore di una riduzione del valore delle azioni Saipem, la società ha affermato di essere fiduciosa ed è convinta di poter raggiungere gli obiettivi finanziari imposti ad inizio anno. Nello specifico, la società ritiene di poter raggiungere un ricavo complessivo superiore agli 11 miliardi di euro, con un netto utile di circa 300 milioni.

La situazione petrolifera non è al momento delle più rosee ed è bene valutare in dettaglio l’andamento economico prima di decidere di investire con le azioni Saipem. Sebbene la società sembri essere ottimista, è utile prendere in considerazione più elementi e non unicamente le dichiarazioni della Saipem.

D’altro canto, la semplice analisi su base contabile non è sufficiente a prevedere l’andamento delle azioni Saipem nel tempo. Sono tantissimi gli elementi in gioco, tra i quali una possibile diversificazione settoriale, per espandere la società anche oltre il semplice settore petrolio e che, se dovesse andare in porto, potrebbe garantire un aumento del valore azionario.

Don`t miss out. Be the first to join the next Trading Challenge