Notizie

Come si compila un bonifico

Si potrebbe dire che eseguire un bonifico è diventata un’operazione quotidiana. Il bonifico bancario è lo strumento di pagamento sempre più diffuso e apprezzato per la sua semplicità e velocità sia di esecuzione che di ricezione, ormai i tempi di accredito, nell’area Euro, sono ridotti ad un giorno lavorativo. Ma, se non sei avvezzo all’utilizzo di questo strumento e ti stai chiedendo come poterlo fare, questo breve articolo ti spiegherà

Come annullare un bonifico bancario?

È possibile annullare un bonifico bancario? Come si fa? Quali sono le conseguenze per il debitore ed il creditore? Una volta dato l’ordine alla propria banca di pagare un determinato creditore, si può annullare il bonifico bancario, ma a condizione che la somma non sia già stata accreditata sul conto corrente del beneficiario.

Vaglia postale: cos'è?

Per inviare denaro a qualcuno le modalità più conosciute sono bonifico, assegno o contanti. Ma, non solo! Anche il vaglia postale, seppur meno utilizzato e popolare, è un’ottima soluzione per inviare denaro. Oggi, con internet, le possibilità di pagamento si sono largamente ampliate grazie ad applicazioni del calibro di Paypal e delle carte prepagate. Ma, per inviare denaro ad una persona che non dispone di un conto corrente le possibilità

Vantaggio BPN: cos’è?

Da quando i processi e le operazioni di Home banking sono divenute possibili anche per via telematica, si sono sviluppate alcune vantaggiose possibilità per i clienti BPN. Che cos’è il servizio BPN Imprese? Con BPN imprese, si intende un servizio telematico attivo su un’apposita piattaforma, riservato esclusivamente alle aziende, reso disponibile ai clienti dalla Banca di Credito Popolare, che siano possessori di una società. Questo servizio consente ai titolari di

Criptovalute: elenco di tutte quelle esistenti

Che cosa sono le criptovalute? Le criptovalute sono monete virtuali che, a differenza di quelle legali, si caratterizzano per esistere solo nel mondo virtuale e per non essere controllate o gestite da un ente oppure da un’organizzazione preposta a tale scopo. Negli ultimi anni, il valore di queste cripto monete ha conosciuto una crescita impressionante, anche se sono soggette a repentine fluttuazioni. Di conseguenza, è necessario considerare con attenzione la

Codice tributo 3847: cos’è e a cosa si riferisce?

A tutti i contribuenti almeno una volta nella vita capita di avere a che fare con la compilazione del modello F24, ma come compilarlo in modo corretto? Quello che preoccupa maggiormente la maggior parte dei lavoratori e pensionati è quello di non utilizzare il codice tributo corretto. Per questo motivo, è necessario fare un po’ di chiarezza spiegando esattamente che cos’è e a cosa si riferisce il codice tributo 3847.

Sfratti per finita locazione: come avvengono?

Lo sfratto per finita locazione è correlato alla scadenza del termine che le parti hanno pattuito nel relativo contratto. A seguito della riforma dei rapporti locativi, affinché le parti stipulino correttamente un contratto di locazione, si rende necessaria la registrazione della scheda negoziale presso l’ufficio delle Agenzie delle Entrate. In assenza, il contratto è nullo. Scopriamo in questa guida come avvengono gli sfratti per finita locazione.

Codice tributo 3843: cos’è, significato e uso

Quando si parla del Codice Tributo 3843, immediatamente bisogna fare riferimento all’IRPEF. Difatti, i due concetti sono strettamente legati tra loro. Il Codice Tributo 3843 è un mezzo attraverso cui è possibile pagare l’Addizionale Comunale: in tal modo, l’IRPEF andrà direttamente nelle casse comunali di residenza. Codice Tributo 3843: quando utilizzarlo? Da un punto di vista meramente generale, l’IRPEF è l’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche. Si tratta di un’imposta

Codice tributo 3918: cos’è, significato e uso

Il codice tributo 3918 (assieme ai codici tributo 3912 e 3913) è il codice utilizzato per il pagamento del’Imu. Nello specifico si tratta della tassa da versare al Comune relativa agli “altri fabbricati”. Per altri fabbricati vanno intesi tutti gli immobili che non possono essere identificati come prima casa; non rientrano in questa categoria fabbricati rurali (ad esempio granai o stalle), terreni ed aree fabbricabili. Rientrano nella categoria altri fabbricati