Da kune a euro: che calcolo eseguire per convertirle? C’è un generatore online?

convertitore

Da kune a euro, come si fa il calcolo? Quando senti parlare di kune, devi sapere di cosa si tratta. Magari ti è capitato di sentire questa parola durante il racconto di una vacanza all’estero. Oppure, parlando delle valute che circolano in Europa, puoi avere scoperto che ci sono Paesi che non utilizzano la moneta unica europea. Infatti l’euro non è ancora entrato in vigore in molte nazioni. Questo non vale soltanto per quelle che fanno parte dell’Unione Europea, ma anche per i Paesi che si trovano nel continente europeo senza essere parte della UE. Ciò è vero per il Regno Unito, che non ha mai abbandonato la sterlina. Tra le altre nazioni d’Europa, qual è quella che usa la kuna? Scopriamo insieme tutte le informazioni sulle kune di cui hai bisogno, compreso il tasso di cambio con l’euro, continuando a leggere questo articolo.

In quale nazione si usano le kune?

Come si è già accennato, la kuna è una valuta che fa parte di quelle che attualmente circolano in una nazione europea. Nello specifico, si tratta della moneta che è in corso in Croazia. Infatti le kune sono le monete ufficiali di questo Paese, dall’anno 1994. Ciò è dovuto al fatto che i croati hanno ottenuto l’indipendenza dalla ex Jugoslavia all’inizio degli anni Novanta. In realtà, in un primo momento al dinaro jugoslavo si è sostituito il dinaro croato. Al giorno d’oggi, invece, la kuna è una valuta che viene impiegata non soltanto dai croati che risiedono in Croazia, ma anche da quelli che si trovano in Bosnia ed Erzegovina.

C’è una curiosità che ha a che vedere con il significato letterale della parola “kuna”. Questo termine deriva proprio dalla lingua croata, nella quale indica la martora. Ciò non deve sorprendere, dal momento che durante l’epoca medievale il commercio delle pellicce ricavate da questo mammifero era molto attivo, in questa zona. Per quanto riguarda i centesimi della kuna, chiamati “lipa”, il significato indica la pianta del tiglio. Anche in questo caso c’è un motivo storico, dietro alla scelta del nome. Infatti, secondo la tradizione croata, un tempo intorno ai mercati si piantavano proprio i tigli, che sono alberi dai fiori estremamente profumati.

Cambio da kune a euro, ecco come si fa

Per quanto riguarda il cambio delle valute, il passaggio da kune a euro può basarsi su dei valori che non sono fissi. Infatti questi dipendono dall’andamento dei mercati finanziari. Proprio come accadeva anche in Italia prima dell’introduzione della moneta unica europea, avvenuta ormai più di venti anni fa.

Dunque, come si fa a sapere qual è il valore più recente, per il cambio da kune a euro o viceversa? Un primo metodo è quello correlato ai valori fissati a livello mondiale. Questi vengono determinati attraverso la Banca Centrale Europea, ovvero la BCE. Questo ente si occupa di aggiornare periodicamente i dati che sono relativi ai tassi di cambio. Nello specifico, all’inizio dell’anno 2022, il valore di 1 euro equivale a circa 7,5 kune. Questo, di contro, fa sì che per passare dalle kune all’euro, il calcolo va fatto su un valore che si aggira attorno allo 0,13. Questo significa, nello specifico, che una kuna vale all’incirca 0,13 €.

Se cerchi un modo più efficace, rapido e reale per capire quanto vale, in euro, una determinata somma di kune, allora puoi affidarti a un convertitore online. Al giorno d’oggi ce ne sono molti disponibili, che puoi trovare attraverso un motore di ricerca qualsiasi. Basta che cerchi il generatore di cambio kune euro con i valori aggiornati secondo la BCE. Uno dei siti internet più affidabili e generalmente utilizzati anche da chi opera nel Forex è xe.com, ma ce ne sono anche molti altri che offrono servizi simili.